Crescere con più lingue


La ricerca scientifica ha dimostrato che i bambini bilingui o plurilingui, esposti già dai primi giorni di vita a più lingue ed educati al plurilinguismo, hanno capacità cognitive e metacognitive maggiori rispetto ad un bambino monolingue.

Quando in famiglia arriva un bambino, diventa perciò importante informarsi e riflettere sulle scelte linguistiche da fare. In Friuli, regione storicamente plurilingue – con la presenza accanto all’italiano di tre lingue minoritarie, friulano, tedesco e sloveno – l’opportunità di crescere bi-plurilingui è offerta naturalmente a tutti i bambini.

 “Crescere con più lingue” è un progetto ideatoe finanziato dall’ARLeF, nato con l’obiettivo di promuovere i vantaggidell’educazione plurilingue fra i genitori dei nuovi nati, combattere ipregiudizi che ancora influenzano le scelte politiche, sociali e delle singolefamiglie rispetto ai percorsi educativi con più lingue, valorizzando nelcontempo le peculiarità culturali e linguistiche del territorio regionale.

Ha preso avvio nel 2012 come progetto pilota grazie alla collaborazione con l’Azienda per i Servizi Sanitari n. 5 “Bassa Friulana”, oggi Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2 Bassa Friulana – Isontina. Successivamente, grazie al successo della sperimentazione, alla sensibilità e alle richieste degli operatori sanitari e dei genitori coinvolti, è diventato un progetto stabile sul territorio che ha coinvolto un numero sempre maggiore di Aziende sanitarie e, quindi, di famiglie. Attualmente il progetto coinvolge l’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 5, oggi n. 2 “Bassa Friulana – Isontina, l’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 6 “Friuli Occidentale”, l’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 3 “Alto Friuli-Collinare-Medio Friuli” e a breve coinvolgerà anche l’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine. Aderiscono inoltre al progetto l’Ufficio scolastico regionale, il Comune di San Vito al Tagliamento e il Comune di Udine.

Crescere con più lingue si rivolge in primo luogo alle future mamme, fornendo loro le prime informazioni già in occasione dei corsi pre-parto. Subito dopo il lieto evento, poi, i neogenitori ricevono in dono dalle mani del personale del reparto maternità – adeguatamente formato sui valori del bilinguismo – la valigetta “Cressi cun plui lenghis”, insieme ad alcune informazioni sul tema. La valigetta è un vero e proprio kit dedicato al plurilinguismo, che comprende molti materiali di approfondimento per i genitori e gadget per il nuovo nato.

Il secondo step del progetto coinvolge invece gli ambulatori di vaccinazione delle AAS.

E’ in questa fase, al momento della vaccinazione, che i genitori vengono nuovamente sensibilizzati ai valori del plurilinguismo e i bambini ricevono in dono un DVD di cartoni animati o un libro, in lingua friulana.

Ad oggi sono state distribuite 6.600 valigette e oltre 2.000 Dvd/libri.

A supporto di queste azioni specifiche, vi è poi un’ampia attività di divulgazione della tematica da parte dell’Agenzia, realizzata in occasione di varie iniziative sul territorio.

A supporto del progetto, l’ARLeF ha inoltre raccolto le testimonianze di esperti del settore, realizzando trenta videointerviste, disponibili a questo link, che spiegano i vantaggi e le opportunità offerte dal plurilinguismo, approfondendo il mondo di relazioni e di situazioni offerte dal territorio regionale per sostenere e accompagnare i bambini lungo un percorso educativo in più lingue.

Il progetto “Cressi cun plui lenghis” è stato inserito, quale esperienza di rilievo, all’interno di un documentario realizzato per il web dalla regista frisone Morgan Lincy Fercot e dedicato alle lingue minorizzate d’Europa.

Per maggiori approfondimenti sul plurilinguismo,  si segnalano inoltre i seguenti portali:
Bilingualisim Matters, Bilinguismoconta e Multilingual Families



LA GUIDA

Perché ti consigliamo di leggere questa guida?

Perché è veloce e chiara: può offrirti spunti educativi nuovi e inaspettati.
Perché se la leggi puoi toglierti dei dubbi e magari riconsiderare alcuni pregiudizi che non pensavi di avere.
Perché il tempo che dedichi a questa lettura è uno spazio prezioso di riflessione per te e un regalo che fai al tuo bambino.
Perché alla fine scoprirai di avere un grosso asso nella manica per crescere tuo figlio con più lingue e per farlo crescere più creativo, più attento, più intelligente e più aperto: la lingua friulana!

10 buoni motivi per crescere il tuo bambino con più di una lingua, anche quella friulana

VADEMECUM

Perché ti consigliamo di leggere questa guida?

  • Se scegli di crescere tuo figlio plurilingue, gli offri qualcosa in più di due o più lingue: una grande opportunità e numerosi vantaggi cognitivi, linguistici e metalinguistici.
  • Le lingue regionali come il friulano, sono una risorsa preziosa e una fantastica opportunità per far crescere i tuoi figli con più lingue.
  • I vantaggi del bilinguismo sono legati all’acquisizione di qualsiasi lingua, sia essa locale o globale; il cervello non distingue fra lingue utili e meno utili, grandi o piccole.
  • Imparare il friulano da piccoli è facile, è un processo spontaneo e aiuta l'apprendimento di altre lingue come, ad esempio, l'inglese.
  • Chi parla friulano rafforza la propria intelligenza: i plurilingui spesso imparano a leggere precocemente e tendono ad essere più abili nell'attenzione selettiva e nel passaggio da un compito all'altro.
  • I plurilingui hanno una maggiore consapevolezza delle diverse culture, degli altri e di altri punti di vista e sono più aperti e tolleranti.
  • Chi cresce con più lingue mostra maggiore adattabilità e disponibilità ai cambiamenti.
  • Scegliere per tuo figlio il friulano a scuola offre maggiori opportunità di esposizione alla lingua e ne aumenta il prestigio, motivando maggiormente il bambino ad usarla.
  • Parlare friulano mantiene giovani: gli studi indicano che il plurilinguismo protegge dal declino cognitivo della terza età e ne ritarda i sintomi.
  • Crescere tuo figlio plurilingue con la consapevolezza che il friulano rappresenta una grande risorsa e un'opportunità aiuta a sfatare i pregiudizi sul plurilinguismo, promuovendo una cultura educativa moderna, europea e plurilingue.

La valigetta

"Porta a casa il friulano" è una valigetta con materiali e gadget realizzata per sensibilizzare i genitori a intraprendere un percorso di educazione bi e plurilingue. Il kit contiene: la guida “Crescere con più lingue” il Dvd di “Pimpa par furlan”; il libretto “Cjantis e rimarolis pai frutins”; un bavaglino e un adesivo per l’auto.

Guida pratica

"Crescere con più lingue. I consigli degli esperti. Le opportunità per i bambini e le loro famiglie" è una guida pratica rivolta ai genitori, famigliari, insegnanti ed educatori che approfondisce le tematiche legate al bilinguismo infantile. La guida a stampa è in italiano ma può essere letta e scaricata dal sito anche nella versione in lingua friulana.

Depliant

"Figotiju par furlan" foglietto informativo che in poche righe spiega ai neogenitori i vantaggi del plurilinguismo offrendo spunti e riflessioni sulle opportunità e le modalità da seguire nell’educazione plurilingue. All’interno anche un concorso dedicato ai più piccoli per ricevere una copia gratuita del dvd di Omenuts il cartone animato di "Little People" tutto in friulano.

Segnalibri

Un oggetto utile per tenere il segno ai vostri libri preferiti e per invogliarvi a guardare i video del progetto ‘Crescere con più lingue’ e giovarsi dell’esperienza e delle conoscenze di genitori ed esperti che mostrano quanto importante sia crescere i propri figli bi e plurilingui.

Bavaglino

Un simpatico omaggio per il nuovo arrivato. Al bilingue ‘in erba’ un bavaglino con l’invito: “Coccolatemi uno alla volta!”.

Adesivo per auto

“Frut daûr” un simpatico adesivo da applicare sul cristallo dell’auto per segnalare la presenza di un ‘bimbo a bordo’.

Un libro illustrato

Un libro illustrato per bambini in friulano: il primo libro del neonato.

Omenuts

Il famoso cartone animato conosciuto in tutto il mondo col nome “Little People” (Mattel_Fisher Price) tradotto in lingua friulana. Quattro dvd con 5 episodi ciascuno in cui Lole, Miute, Pieri, Bete e Tonin, i cinque bambini protagonisti, con la loro abilità e voglia di avventura, affrontano ogni giorno una storia nuova, in un mondo fatto a misura di bambino (SFF e Raja Films ed.).

Pimpa in friulano

Dal famoso fumetto creato da Altan un Dvd con tredici episodi delle avventure animate della simpatica cagnolina bianca a pois rossi, del suo amico Armando e di tanti altri personaggi che in questa serie, grazie all’iniziativa dell’ARLeF, alla collaborazione della RAI, di Quipos srl e della Regione Friuli Venezia Giulia, parlano e cantano in friulano per la gioia di tutti i bambini del Friuli.

Misuratore

Un bel misuratore di altezza... il collo lungo lungo della giraffa accompagna il bambino nella crescita con più lingue.

Seguici

Componenti ARLeF

ARLeF

Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane

via della Prefettura, 13

33100 Udine

tel. +39 0432 555812

codice fiscale: 94094780304