#Formazion #Plurilinguisim #Scuele

Scuola friulana in azione

Alla vigilia del nuovo anno scolastico, il 9 settembre del 2014, su iniziativa dell’ ARLeF – Agenzia Regionale per la Lingua Friulana e dell’Assessorato regionale per la Formazione e per l’Istruzione, e in stretta sinergia con l’Ufficio Scolastico Regionale del F.V.G. è stata organizzata una giornata di formazione e informazione per i docenti e i dirigenti della scuola friulana “L’insegnamento della lingua friulana a scuola: stato dell’arte, risorse, novità e prospettive per l’anno scolastico 2014/2015”, strutturato in due momenti distinti e complementari: la sessione antimeridiana con i relatori istituzionali e quella pomeridiana con i laboratori didattici formativi.

La giornata, che ha richiamato l’interesse di oltre 300 insegnanti, è stata l’occasione per analizzare lo stato dell’arte del settore e confrontarsi sulle risorse, le novità e le prospettive per il nuovo anno scolastico.

  • CONVEGNO

    Nella mattinata sono stati presentati i risultati dello studio realizzato da Rosalba Perini e Nidia Batic della Commissione valutazione scuola dell’ARLeF Rilevazione sulla stato di applicazione dell’insegnamento e dell’uso della lingua friulana nelle istituzioni scolastiche: analisi del rapporto a.s. 2012/2013 e prospettive futuree si sono alternati i referenti delle istituzioni per delineare il quadro complessivo e gli obiettivi e strategie per l’applicazione della Legge R. 29 del 2007. L’assessore regionale all’istruzione e formazione Loredana Panariti, il presidente dell’ARLeF Lorenzo Fabbro, l’ispettrice e la referente dell’ Ufficio Scolastico Regionale Paola Floreancig e Paola Cencini e la referente dell’Ufficio per le lingue di minoranza del Miur Letizia Cinganotto, hanno delineato le linee politiche e le azioni in atto, la delegata per l’Università degli Studi di Udine Alessandra Burelli ha presentato il nuovo piano di formazione e di aggiornamento per gli insegnanti di lingua friulana, mentre il direttore dell’ARLeF William Cisilino ha presentato i materiali a sostegno del plurilinguismo, realizzati dall’Agenzia, utili alla didattica e alle famiglie.

  • LABORATORI DIDATTICI

    Il tema della formazione dei docenti di lingua friulana, che negli anni  successivi all’approvazione  della L.R. 29/2007 non aveva forse goduto della necessaria attenzione, si è confermato, grazie all’iniziativa del 2014, come molto sentito e strategico: la grande partecipazione degli insegnanti che si sono iscritti ai laboratori – 350 adesioni – ha richiesto l’organizzazione di una seconda sessione di laboratori attivata nel mese di novembre 2014.

    I laboratori prevedevano la partecipazione a 5 diversi percorsi:
    1. Curricoli integrati e strumenti di valutazione (Rosalba Perini e Nidia Batic). La progettazione di curricoli integrati di lingue e discipline e gli strumenti di valutazione degli apprendimenti in lingua friulana.
    2. Curricoli verticali in lingua friulana (Laura Urtamonti e Enza Purino). Progettazione e sperimentazione di curricoli verticali in lingua friulana.
    3. Crescere con più lingue: materiali e risorse in rete per la scuola e le famiglie (Priscilla De Agostini e Silvana Schiavi Fachin). Strumenti per la promozione della lingua friulana e per l’educazione rpecoce al plurilinguismo: uso didattico e prospettive di confronto e condivisione.
    4. Strumenti per la lingua (Alessandro Carrozzo). Il GDBtf, (ricerca semplice ed avanzata) il COF, il DOF e i dizionari cartacei. Grafia, lingua e varianti. Laboratorio informatico con esercitazioni pratiche.
    5. La comunicazione fra scuola, famiglia e territorio: esperienze e prospettive (Enrico Madussi). Il friulano nella scuola: come attivare forme chiare ed efficaci di comunicazione con le famiglie e con il territorio. Esperienze in corso ed elaborazione di linee comuni per rilevare le risposte dei genitori.

    I laboratori sono stati organizzati quale momento significativo di coinvolgimento di docenti e dirigenti scolastici nell’analisi della situazione della lingua friulana a scuola e nella condivisione delle linee di attività future, attraverso la valorizzazione del lavoro svolto dalle singole scuole e dalle reti. Lo spirito dell’iniziativa è stato quello di far crescere la capacità dei docenti e dirigenti scolastici di dialogare tra loro e, nel contempo, di implementare la qualità dell’insegnamento e dell’uso della lingua friulana nel sistema d’istruzione regionale, valorizzando e capitalizzando le migliori pratiche in atto. Il termine “laboratorio” non è stato casuale, è stato scelto perchè si è inteso lavorare in modo esperenziale e sperimentale, con apertura ai contributi delle scuole, finalizzato a produrre riflessioni, contenuti e materiali da mettere a disposizione di chiunque desideri lavorare sul tema delle lingue di minor diffusione, quale il friulano.

  • APPROFONDIMENTI
    Nella sezione sottostante ‘Consulta i materiali’ si possono trovare gli interventi dei relatori della sessione del mattino ed i materiali distribuiti e discussi durante i laboratori didattici del pomeriggio.
    Tutti i materiali sono rivolti agli insegnanti che desiderano confrontarsi e accrescere il loro bagaglio di conoscenze sulla didattica in e di lingua friulana, partendo prima di tutto dalla legislazione vigente e dai documenti che inquadrano l’insegnamento del friulano a scuola:

    Consulta i materiali

    Oggetto Guarda
    Programma Convegno e Laboratori 2014
    Programma II ciclo Laboratori
    Relazioni Convegno Scuola 2014
    Materiali Laboratori Didattici 2014
    Registrazione audio Convegno 2014_prima parte
    Registrazione audio Convegno 2014_seconda parte
    Rapporto 2014_ Stato di applicazione LR 29/2007 nella scuola

    Immagini


Seguici

Componenti ARLeF

ARLeF

Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane

via della Prefettura, 13

33100 Udine

tel. +39 0432 555812

codice fiscale: 94094780304