fbpx

L’ ARLeF dentro il festival vicino/lontano

Giovedì 1° luglio 2021, l’ARLeF presenta al festival udinese di vicino/lontano il progetto inedito “Ombris tal infinît“.

Sul palco dell’Oratorio del Cristo, alle 21.30, il Teatro della Sete si esibirà in una lettura scenica in lingua friulana sulla poetica di Carlo Sgorlon.

Un vero spettacolo dove voci, musiche e disegni si fonderanno suk palco in modo originale per ricreare le atmosfere e le vicende che rispecchiano la concezione del mondo del famoso scrittore friulano, anche grazie ai contributi di Franco Fabbro e Marco D’Agostini, curatori del libro “Carlo Sgorlon. Scrittore e intellettuale friulano” (ed. Mimesis, 2020).

Eve e sintive la aghe sot tiere, e veve la cjaladure losche, e domave lis bestiis par vie che e jere una strie, o une agane, o alc dal gjenar. Ma chei plui usâts a pensâ a rifleterin che “agane” o “strie” no jerin si no peraulis par intindi feminis che la nature ur veve dât alc in plui di chês altris.

Prenota qui il tuo biglietto


Voci recitanti Caterina Di Fant, Michele Polo, Valentina Rivelli
Musiche Giorgio Parisi
Disegni originali Serena Giacchetta
Montaggio digitale Marco D’Agostini
Studio e drammaturgia Marco D’Agostini, Caterina Di Fant, Serena Giacchetta, Valentina Rivelli
Traduzione e consulenza linguistica Sportel Regjonâl pe Lenghe Furlane de ARLeF
Introduzione Eros Cisilino
Produzione Teatro della Sete
Progetto finanziato da ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane



Seguici

Componenti ARLeF

ARLeF

Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane

via della Prefettura, 13

33100 Udine

tel. +39 0432 555812

codice fiscale: 94094780304